News

Decreto Crescita: via libera in seconda lettura

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 56 del 23 aprile scorso, ha approvato, in seconda deliberazione, un decreto legge recante misure urgenti per la crescita economia ed interventi in settori industriali in crisi, il c.d. Decreto Crescita.

Rispetto all’approvazione in prima lettura (su cui si veda la precedente news, in questo portale), il testo è stato integrato da norme che estendono il regime della “decommercializzazione” agli enti associativi assistenziali, che rimodulano gli obblighi informativi relativi alle erogazioni pubbliche, che disciplinano la possibilità per l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) di avvalersi dei servizi forniti da società in house, e che semplificano gli adempimenti per la gestione degli enti del Terzo Settore.

Ulteriori decreti interministeriali definiranno i nuovi ambiti di applicazione del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese; parimenti occorrerà un decreto attuativo per il nuovo finanziamento agevolato dallo Stato, con il meccanismo della nuova Sabatini, finalizzato all’aumento di capitale delle imprese (micro e pmi).

Viene, invece, ridimensionato il pacchetto di misure dedicate ai marchi: salta, in particolare, il marchio storico “made in Italy”.

Leggi dopo