Giurisprudenza commentata

Violazione del divieto di immistione da parte del socio accomandante

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Conclusioni |

 

L’ingerenza del socio accomandante nella gestione della società in accomandita semplice - indipendentemente dalle conseguenze di cui all’art. 2320, c.c. - non comporta l’assunzione da parte di quest’ultimo della qualifica di amministratore e, dunque, del potere di rappresentanza della stessa.

Leggi dopo