Focus

SPAC: la natura fiscale della performance fee dei manager

23 Aprile 2018 | Amministratori di s.p.a.: nomina, revoca e compensi

Sommario

Premessa | La natura reddituale della performance fee del manager della SPAC | L’evoluzione normativa e la prassi di riferimento | Conclusioni |

 

Le SPAC sono veicoli societari quotati, il cui obiettivo è quello di acquisire una quota di una sola target, per poi procedere alla sua fusione per incorporazione. Un ruolo chiave, in tali tipi di operazioni, è assunto dai manager, laddove è prassi che questi partecipino anche come co-investitori nell’iniziativa, acquisendo una quota minima di capitale nello stesso veicolo, con una categoria speciale di azioni, portatrice di un “carried interest”. Il dubbio che si pone, ai fini fiscali, riguarda la qualificazione di tale carried interest, dovendosi chiarire se lo stesso abbia natura di provento finanziario, oppure se debba essere qualificato come reddito di lavoro dipendente o assimilato.

Leggi dopo