Focus

La proroga e la modifica del criterio di riparto nella composizione degli organi sociali delle società quotate

07 Gennaio 2020 | , Società quotate

Sommario

Premessa | La proroga dell’applicazione del criterio di ripartizione della composizione degli organi sociali delle società quotate | La modifica del criterio di ripartizione della composizione degli organi sociali del-le società quotate | L’applicazione del criterio di ripartizione della composizione degli organi sociali nelle società a controllo pubblico |

 

Con la Legge 19 dicembre 2019, n. 157, di conversione del Decreto Fiscale (d.l. n. 124/2019), sono stati modificati – tra l’altro – due articoli del Testo Unico della Finanza (D.Lgs. 58/1998) che disciplina l’equilibrio di genere negli organi di amministrazione e di controllo nelle società quotate. In particolare, la modifica apportata in sede di conversione in legge del d.l. n. 124/2019 ha prorogato l’applicazione da tre mandati consecutivi a sei mandati consecutivi del criterio di riparto della composizione degli organi sociali. Il criterio di riparto è stato, a sua volta, modificato dalla Legge di Bilancio 2020 (l. n. 160/2019).

Leggi dopo