Focus

La nullità selettiva: il dibattito in giurisprudenza e la rimessione alle Sezioni Unite

Sommario

Premessa | Il dibattito dottrinale e giurisprudenziale | | In conclusione |

 

La questione riguarda la portata della sentenza che dichiari la nullità di un contratto quadro per difetto di forma ex art. 23 del D.Lgs. n.58/1998. Ci si chiede se l’investitore, quale soggetto legittimato ad agire, possa fare un uso “selettivo” della nullità, chiedendo al giudice di limitare le conseguenze della sentenza di nullità ai soli contratti attuativi del contratto quadro invalido per difetto di forma, escludendo che la patologia si estenda a colpire tutte le altre operazioni contrattuali poste in essere nel corso del rapporto di intermediazione finanziaria.

Leggi dopo