Focus

L’opposizione dei creditori alla fusione transfrontaliera intraeuropea: sistema italiano e francese a confronto

18 Aprile 2017 | Fusione transfrontaliera

Sommario

La direttiva n. 2005/56/CE sulle fusioni transfrontaliere | Protezione dei creditori: la competenza lasciata ai singoli Stati membri | Le nozioni di “opposizione” e di “creditori legittimati” all’opposizione | I differenti effetti dell’opposizione alla fusione | Le differenti modalità dell’opposizione alla fusione | Verso un’armonizzazione delle regole di protezione dei creditori? | In conclusione |

 

Il presente contributo analizza il tema della protezione dei creditori sociali nel quadro di una fusione transfrontaliera intraeuropea. Dopo una presentazione della direttiva 2005/56/CE relativa alle fusioni transfrontaliere delle società di capitali, ci si soffermerà sulle regole applicabili all’opposizione dei creditori sociali alla fusione. Allo scopo di mostrare le differenze tra i diversi sistemi di opposizione adottati dagli Stati membri, si confronteranno l’Italia e la Francia, le cui regole si pongono su piani opposti e rappresentano in maniera efficace i due approcci che attualmente convivono sul territorio dell’Unione.

Leggi dopo