Focus

Bancarotta: concorso formale e ne bis in idem

Sommario

Premessa | Il concorso formale in generale | Il divieto di bis in idem alla luce di Corte Cost., n. 200 del 2016 | Bancarotta fraudolenta per distrazione e appropriazione indebita | Bancarotta fraudolenta patrimoniale e truffa | Bancarotta fraudolenta per distrazione e sottrazione di cose pignorate o sequestrate | Bancarotta fraudolenta societaria, operazioni dolose e aggiotaggio informativo | Bancarotta fraudolenta per distrazione e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte | (Segue) Bancarotta fraudolenta documentale e sottrazione, occultamento o distruzione di documenti contabili al fine di evadere le imposte | (Segue) Operazioni dolose e emissione di fatture per operazioni inesistenti: le frodi carosello | Conclusioni |

 

Il presente lavoro è finalizzato a riassumere la posizione fatta propria dalla Giurisprudenza in ordine alle più rilevanti ipotesi di concorso formale tra reati di bancarotta e altri reati; si ripercorre altresì la connessa tematica relativa alla esperibilità di un secondo giudizio per un reato di bancarotta dopo che, nei confronti del medesimo soggetto, sia intervenuta sentenza irrevocabile per altro reato in concorso formale con quello di bancarotta, alla luce dell’importante sentenza recentemente resa sul punto dalla Corte Costituzionale nel caso Eternit.

Leggi dopo