Focus

Assemblee annuali e rappresentante designato “obbligatorio”: primi dubbi applicativi alla luce della (rinnovata) disciplina emergenziale

Sommario

Premessa | Il rappresentante designato “obbligatorio” nella disciplina societaria emergenziale | Il regime temporale di applicazione dell'art. 106 del Cura Italia | La prossima stagione assembleare delle società quotate: (almeno) quattro scenari operativi | In conclusione |

 

Se per le società “chiuse” l'estensione sino al 31 marzo 2021 dell'applicazione delle norme di flessibilizzazione di cui all'art. 106, commi 2-6, del Cura Italia sembra costituire un'opportunità scevra da particolari dubbi applicativi (se non quelli rilevati dagli interpreti nel corso dei mesi passati, senza che tuttavia la suddetta estensione temporale abbia ulteriormente complicato il contesto normativo), non può dirsi altrettanto per le società con azioni quotate, destinatarie del particolare regime di cui all'art. 106, comma 4, del Cura Italia.

Leggi dopo